BEAUTY NEWS

Adesso esiste il primer per i capelli (e farà la differenza)

Sani, forti e luminosi: tre aggettivi che descrivono alla perfezione i capelli dei sogni. Quelli che tutte vorremmo avere (preferibilmente senza sforzo) e che invece sembrano impossibili da ottenere. Specie se la chioma è secca e sensi ...

GettyImages-545237710

Sani, forti e luminosi: tre aggettivi che descrivono alla perfezione i capelli dei sogni. Quelli che tutte vorremmo avere (preferibilmente senza sforzo) e che invece sembrano impossibili da ottenere. Specie se la chioma è secca e sensibilizzata, i passaggi per convertirla nel suo opposto vanno ben oltre l’utilizzo di shampoo e balsamo. Lo step che fa la differenza è proprio il primer, un prodotto che si utilizza prima della detersione o immediatamente dopo, come trattamento preparatorio. Di cosa si tratta esattamente? Il suo scopo è del tutto simile a quello del primer viso: si applica per fare da âscudoâ ai trattamenti successivi. Una base, insomma,  che ha il fine di proteggere i capelli da alte temperature, dallâumidità o dallâutilizzo di ferri e piastre o ancora per facilitare lo styling. Dato che non tutti i capelli sono creati uguali, ad ogni tipologia e necessità corrisponde una formulazione ad hoc.

Per eliminare residui di prodotto Ovvero il cosiddetto build-up: shampoo volumizzante, spray texturizzanti o prodotti molto nutrienti alla lunga finiscono per accumularsi e appesantire i capelli. In questo caso il nostro primer va  applicato addirittura prima dello shampoo (o al posto di esso) e permette di ‘ripartire da zero’  riportando la chioma al suo stato originario. Se vi piace sperimentare e cambiare spesso prodotti, l’ideale è utilizzarlo almeno una volta al mese.

Se la cute è sensibilizzata In caso di irritazione il primer, di solito una formula gel delicata e calmante, si stende sul cuoio capelluto con lo scopo di ridurre l’infiammazione. Anche se può sembrare che in questo caso i capelli non siano direttamente coinvolti, in realtà è esattamente l’opposto: la nostra ‘testa’ è un microcosmo che coesiste in modo armonico e se uno degli elementi che lo compongono è compromesso lo sarà anche tutto il resto (e quindi avremo una piega pesante e priva di tono).

Per idratare a fondo Coloring e bleaching possono mettere i capelli a dura prova e alla lunga rovinarli. Per questo è bene usare un primer nutriente (in crema o oleoso), che ripari in profondità evitando il processo di deterioramento della keratina. Se i capelli sono molto fragili e compromessi potete applicarlo  settimanalmente, come primissimo step per poi proseguire con shampoo e balsamo d’ordinanza.

Come difesa dal calore e dare lucentezza Prima di utilizzare hot-tools o anche come finishing touch: in questo caso si tratta di prodotti versatili e ultralight, pensati per proteggere la fibra capillare dal calore o ancora per sigillarla rendendola immune agli effetti di umidità e altri agenti esterni. Come quelli della linea And di Kemon, certificata Icea Vegan e Love Nature, che alle formulazioni innovative aggiunge l’attenzione per la tutela dell’ambiente. I primer della linea sono due: Heat Spray, trattamento termoprotettivo che aiuta a difendere i capelli da brushing, phon e piastra e Seal Serum, siero levigante da applicare sui capelli umidi o asciutti, perfetto anche per eliminare l’effetto statico dai capelli.

kemon

Heat Spray e Seal Serum di Kemon.

L'articolo Adesso esiste il primer per i capelli (e farà la differenza) sembra essere il primo su Glamour.it.


+

X

privacy